Alla scoperta del Salento

Immersi tra cultura e natura, L' Azienda Agricola Le Cupole si trova a metà strada tra Tricase e Tricase Porto, zona che affascina con lo straordinario patrimonio naturale dei suoi boschi e della sua costa.

Tricase, Terra dei cinque castelli


A 50 km da Lecce, Tricase è una graziosa cittadina del Capo di Leuca, adagiata sul tratto orientale della costa del Basso Salento, con un centro storico ricamato da fregi barocchi. La città è sorta intorno al 1030 dall'unione di tra casali (da cui il nome "Treccase") per difendersi dagli assalti dei barbari, è definita la Terra dei cinque castelli, della quercia Vallonea, di San Vito Martire, patrono della città, con le splendide marine di Tricase Porto e Marina Serra e le suggestive corti dei rioni di Caprarica del Capo, Sant'Eufemia e Tutino. 

La piazza antica, centro vitale della città, è la splendida piazza Pisanelli, da molti definita "salotto di Tricase", caratteristica per le sue due chiese artistiche, la Chiesa Matrice e di San Domenico, ed il Castello dei Gallone. A pochi passi dalla piazza, invece si trova una delle perle dell'architettura leccese, la Chiesa di San Michele Arcangelo, eretta nel 1624, che colpisce per la sua eleganza esteriore, di chiara impostazione rinascimentale, con elementi legati al barocco. 

In Piazza Cappuccini si trova il Convento e Chiesa dei frati Cappuccini, nella quale si possono ammirare gli affreschi della volta del presbiterio che evidenziano la bellezza dell'altare ligneo cinquecentesco, finemente intarsiato da cappuccini-artigiani.

Sulla strada per S. Eufemia - Alessano, si trova la Cripta bizantina dedicata alla Madonna del Gonfalone, risalente circa al IX secolo. Scavata in un pendio tufaceo, la cripta è una delle strutture più grandi della Puglia e costituisce un monumento di particolare importanza archeologica, in quanto è una laura (monastero) scavata dagli italo-greci per mantenere il culto durante le persecuzioni religiose.

La Chiesa dei Diavoli


Nota come Chiesa della Madonna di Costantinopoli, costruita nel 1684, di stile del barocco Leccese, questa graziosa chiesetta è di certo intrigante per la sua leggenda, che dice che i veri artefici siano stati in realtà i diavoli che la costruirono in una notte dopo un patto fatto dal Principe di Tricase, egli però non rispetto i patti ed il diavolo scagliò le campane della chiesa nel Canal del Rio, ancora oggi, si dice che, nelle notti di tempesta d'inverno si sentono suonare.

Tricase Porto



Tricase Porto, piccola perla della costa salentina, è un anfiteatro di mar cristallino inserito tra Otranto e S. M. di Leuca. Ricovero sicuro per le barche dei pescatori d'inverno e meta di turismo locale d'estate.

La baia e protetta dal Pizzo Cannone, è nota già dal 1400 per essere un'insenatura naturale di bassa profondità e con acque limpidissime, grazie alle sorgenti di acqua dolce e con le sue grotte e le piccole insenature, l’isolotto e le belle scogliere, Tricase Porto è il luogo ideale per farsi dei bagni rigeneranti o per partire in barca alla scoperta del litorale orientale.

Il Porto accoglie con naturalezza fiere, concerti e sagre nei mesi caldi e pace e tranquillità in autunno. Durante il periodo invernale, visitare Tricase Porto e la sua città, è un'esperienza unica, semplici gesti della vita quotidiana si mescolano festosamente a processioni religiose, feste di paese fino ad incantare lo sguardo con il suggestivo presepe vivente nel periodo natalizio.

In questa magica terra punta estrema dell'Italia, dove il mar Adriatico e lo Ionio s'incontrano, niente è scontato, tutto è da scoprire... il cibo, il vino, antichi riti e le vecchie danze come la "Pizzica", sono solo qualche assaggio dei regali che il Salento generosamente consegna ai suoi visitatori.

Prenota adesso
Caricamento...
Ops!
Stai utilizzando un broswer che non sopportiamo pienamente. Per favore aggiornalo per un'esperienza migliore.
Il nostro sito funziona al meglio con Google Chrome.
Come aggiornare il broswer